Amarillo-Tucumcari

 

 Decimo giorno…

 

Itinerario

 

Eccoci di nuovo in pista!

Salutiamo il nostro motel western multicolor e puntiamo verso il downtown di Amarillo, alla scoperta di un quartiere vintage, dove dovrebbero esserci negozietti di artigianato artistico, localini trendy e cose così.

Stessa sensazione provata a Tulsa: il centro ruota attorno a quattro vie con grattacieli e imponenti palazzi, ma “la vita è altrove”.

Perdiamo subito le speranze e, dopo aver girato a piedi 10 minuti, ci rimettiamo in macchina. Ma proprio quando siamo sul punto di darci per vinte, ecco che lungo la strada  compare un susseguirsi di edifici bassi dalle tinte pastello, con piccole botteghe, ristorantini e cafè.

Ci fermiamo, fiduciose di trovare un vero espresso ed entriamo in un locale stranissimo, affascinante e inquietante. L’atmosfera, decisamente dark, rispecchia fedelmente il look – e probabilmente anche la personalità – della giovane proprietaria: una ragazza multi-tatuata, con i capelli nero corvino che sta parecchio sulle sue e abbozza un mesto sorriso solo quando ci porge il caffè. Buono, però!Caffé Amarillo Lasciamo quindi Amarillo alla volta di Cadillac Ranch per vedere le famose macchine con il muso conficcato a terra che si possono colorare e decorare con le bombolette spray. Arriviamo in una landa desolata sulla quale si stagliano, all’orizzonte, le carcasse oblique delle cadillac a testa in giù.

Ma dove siamo?

Ma dove siamo?

Per terra c’è un tappeto di bombolette mezze usate, sembra quasi una piccola discarica. Ne cerco una per lasciare un

E, soprattutto, come hanno fatto a metterle così?

E, soprattutto, come hanno fatto a metterle così?

mio micro-contributo artistico (?!), ma sono tutte state prosciugate. Neanche uno spruzzino…

Non importa, qui c’è troppa gente e non ha alcun senso rimanere a lungo. Quindi, ce ne andiamo!2013-08-14 19.19.41 Il nostro programma di oggi è molto più interessante: abbiamo davanti a noi una meta importantissima che segna il punto centrale della Route: Adrian.

Arrivate là, saremo esattamente a metà strada: a 1139 miglia da Los Angeles e a 1139 miglia da Chicago…che emozione!!! 036 Ci sarà un preciso rito da rispettare: innanzitutto ci faremo una foto sotto il famoso cartello che indica il Midpoint.

Et voila!

Et voila!

Poi, per celebrare il raggiungimento del traguardo, varcheremo la soglia dello storico Midpoint Cafè, dove la proprietaria super affabile offre ai suoi clienti un’ampia scelta di torte “brutte ma buone” e rigorosamente fatte in casa.

Che posticino grazioso...

Che posticino grazioso…

Quella che prendo io- l’apple pie – è squisita e un po’ tiepidina. Proprio quello che ci voleva! Anche perché l’orario del pranzo è passato ormai da un pezzo.

 

Ce le meritiamo, o no?

Ce le meritiamo…o no?

Peccato ripartire…

Nello stesso tempo, non vediamo l’ora di riprendere il viaggio perché,  tra pochi chilometri, varcheremo  un nuovo confine ed entreremo nel New Mexico “The Land of Enchantment”. New Mexico

Siamo obbligate a imboccare l’ Interstate: abbiamo davanti a noi ancora molta strada e su questa tratta di Route non ci sono molte località attraenti per cui valga la pena di fermarsi.

A parte Tucumcari.

Qui usciamo: c’è un motel della 66 di cui tutti parlano molto bene (il nostro amico Gary era stato il primo a consigliarcelo) e siamo curiose di vedere com’è. Si chiama “Blue Swallow Motel“. In verità ci sarebbe piaciuto molto passarci la notte, ma sono solo le quattro del pomeriggio e siamo ancora troppo indietro rispetto alla nostra tappa giornaliera.

Entriamo nella lobby e ci guardiamo intorno: magliette con il logo, cartoline, biglietti d’auguri. Facciamo un giro fra i vari gadget e intanto tendiamo l’orecchio verso il proprietario che – in piedi dietro al bancone – sta dando informazioni a una coppia di ragazzi che hanno appena preso una stanza. Questo distinto signore parla un inglese quasi british e dopo aver convissuto per qualche giorno con ben altri accenti (soprattutto in Texas e Oklahoma) questa è davvero una grande sorpresa. Capiamo ogni singola parola, è incredibile!

Blue Svallow Motel

Blue Swallow Motel

Sappiamo che è molto difficile trovare posto qui, perché ci sono solo 14 stanze. Tutti, lungo la strada, ci hanno consigliato di telefonare almeno un giorno prima per prenotare. Siamo davvero tentate: se la stanza c’è,  è un segno del destino…

Spieghiamo a questo gentilissimo signore – Kevin è il suo nome – che ci dispiace molto non poter restare, ma che purtroppo il nostro programma di oggi prevede di arrivare almeno a Santa Rosa.

Lui non si scompone e c’invita ad andare a vedere l’unica stanza doppia rimasta (se questo non è un segno…) A questo punto accettiamo e naturalmente la camera è bellissima, pulita e curata e il contesto intorno – ci sono anche i garage con i murales – davvero delizioso.

Chiediamo dieci minuti di consulto, ma dopo 30 secondi abbiamo già deciso: la prendiamo!

Abbiamo proprio bisogno di un pomeriggio di sosta per leggere, scrivere il diario come si deve, schiarirci le idee, riposarci e sentirci a nostro agio in un posto accogliente e già per noi familiare.2013-08-17 03.57.36

Usciamo poco prima di sera.

Qualche foto a un tramonto stupefacente – che sembra non finire mai – ed è già ora di cena.IMG_4066

Oggi si passa a un menu completamente diverso: su consiglio del nostro nuovo amico Kevin ci spingiamo lungo la via principale fino al ristorante messicano.

Tacos con salsa piccante, fajitas ed enchilada.

Il tutto, preceduto da un margarita alla fragola e una tequila.

Poi, dritte (più o meno…) e filate a nanna!

Blue Svallow Motel

Buonanotte!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...