50…e non sentirli!

Costanza e Margherita

Costanza e Margherita

L’idea era nell’aria da un paio d’anni, forse tre.

Siamo amiche da tanto tempo, nonché cognate: quale miglior modo per ricordare per sempre l’anno dei nostri 50, se non percorrendo, miglio per miglio, da Chicago a Santa Monica la madre di tutte le strade d’ America, la mitica Route 66?

Ed eccoci qui, pronte a partire.

L’età’ anagrafica non conta: siamo due ragazze non troppo giovani, e’ vero, ma comunque mosse da grandi speranze e da un forte ed eccitante spirito d’avventura. Chi ci ferma più?

Abbiamo finalmente con noi le introvabili 8 mappe che ci indicheranno – ovunque saremo – la giusta direzione per non perdere mai di vista la Historic Route (quella che i Gps non riportano, quasi si trattasse di una strada fantasma); abbiamo due guide ultra specifiche della 66, disponibili solo in inglese, e siamo ben ispirate e “scientificamente” informate dai diari e dai resoconti di altri viaggiatori on the road, recuperati su internet e letti avidamente nei mesi a ridosso della partenza.

Il volo ci attende, le due valigione – dopo vari tentativi falliti – sono finalmente chiuse, la macchina e’ prenotata, le assicurazioni e i documenti sono a posto… …non ci resta che fare un bel respiro e guardare verso ovest!

N.B. Siamo partite il 5 agosto 2013 e abbiamo trascorso quasi  tre settimane sulla strada. Questo blog, quindi, è un resoconto a posteriori di questa bella esperienza.

In realtà, l’idea originaria era di fare un diario di viaggio on line, scrivendo ogni sera (da un motel sempre diverso) le impressioni sulla nostra giornata. Ma non è stato possibile…per una serie di motivi: problemi di collegamento, ritardi sulla tabella di marcia, stanchezza infinita a fine giornata.

Diciamo che in principio, prima della partenza,  mi ero – un tantino – sopravvalutata.

Ma siccome non sono Wonder Woman…

Un diario l’abbiamo comunque tenuto (ciascuno ha scritto il suo), sforzandoci di scarabocchiare qualcosa sulle pagine di due quaderni a quadretti con la copertina a fiori: è  stato un modo per fissare  sensazioni e pensieri prima che si dileguassero, volando chissà dove; prima che creassero un  marasma indistricabile e confuso.

Così, ogni giorno abbiamo cercato di scrivere, mettendo in ordine i ricordi.

Per non perderci proprio niente del sapore di questo bel viaggio.

IMG_4905

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...